Nessun prodotto nel carrello

SHOP

LIBRI

Art Shop
Il Grande Museo del Duomo

Ricerca avanzata

Consilioque manuque

La chirurgia nei manoscritti della Biblioteca Medicea Laurenziana

14,00 €

Aggiungi al carrello

a cura di Donatella Lippi

catalogo della mostra: Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana
3 ottobre 2011-10 gennaio 2012

brossura cucito
14 x 20 cm, 128 pp.
47 illustrazioni a colori

978-88-7461-171-3 italiano
978-88-7461-172-0 inglese

La Biblioteca Medicea Laurenziana, nella fortunata serie di pregevoli esposizioni della serie “La Biblioteca in mostra”, offre codici di preziosa fattura, rari esemplari a stampa e oggetti unici che documentano la storia della chirurgia attraverso i secoli. La mostra si tiene in occasione del 113° Convegno della Società Italiana di Chirurgia. Sono esposti in mostra 27 manoscritti, tra cui un frammento dell’Opera di Sorano su papiro e 7 edizioni a stampa.
I manoscritti esposti appartengono prevalentemente al fondo dei Plutei, la collocazione che contraddistingue l’iniziale raccolta medicea della biblioteca. Sono, tuttavia, rappresentati in mostra anche altri fondi della biblioteca, quali l’Ashburnham, il Gaddi, il D’Elci, tutte raccolte di particolare pregio e assoluta unicità.
Sono esposti in mostra anche alcuni strumenti chirurgici originali risalenti alla seconda metà del XIX secolo, conservati nelle loro cassette d’uso originali. L’età moderna è delineata fino all’Illuminismo, in particolare con la presenza delle tavole dedicate alla chirurgia nell’Enciclopédie di Diderot e D’Alambert e dei testi del medico fiorentino Antonio Cocchi, ecclettica personalità di scienziato dai poliedrici interessi.
Il catalogo, al pari della mostra, documenta fonti basilari per la storia della chirurgia dall’età classica fino all’epoca moderna. È un viaggio che ricostruisce, anche per i non addetti ai lavori, l’evoluzione di una tecnica e di una scienza che, con un lungo lavoro di secoli, ha perfezionato la cura (e spesso la salvezza) degli esseri umani. Codici (e volumi a stampa) in esposizione recano affascinantissime miniature (e illustrazioni) che “fotografano” conoscenze tecniche, pratiche curative e interventi chirurgici dall’antichità fino all’Illuminismo.