Nessun prodotto nel carrello

SHOP

LIBRI

Art Shop
Il Grande Museo del Duomo

Ricerca avanzata

prodotti in evidenza

Rifugio di un cavaliere

Anthony Foster

250,00 €

Prodotto non disponibile

Di Anthony Foster

Dicembre 2015

29 × 38 cm, 396 pp.
oltre 400 illustrazioni a colori
3 inserti

cartonato, rivestito in seta con sovraccoperta e cofanetto
isbn 978-88-7461-277-2 italiano
isbn 978-88-7461-279-6 inglese
isbn 978-88-7461-281-9 spagnolo

cartonato rivestito in tessuto “Hightouch”, con cofanetto in tessuto “Hightouch” (ed. a tiratura limitata, prezzo su richiesta)
isbn 978-88-7461-276-5 italiano
isbn 978-88-7461-278-9 inglese
isbn 978-88-7461-280-2 spagnolo

Il gallerista, esperto di tappeti e interior designer statunitense Anthony Foster ha ricevuto l’invito da una caro amico, amante dei cavalli, e per questo “cavaliere”, a riprogettare, decorare e acquisire opere d’arte per un “rifugio”, una villa di sua proprietà.
Per Anthony Foster l’incarico diviene occasione per lavorare nella più totale libertà, dialogando con la molteplicità linguistica dei nostri tempi, libero da qualsiasi obbligo nei confronti di periodi e generi. Il risultato è uno spazio strutturato ma allo stesso tempo eccentrico e fluido, caratterizzato da un’atmosfera di chiarezza e di semplice formalità, “classica” in termini di simmetria, ordine e luminosità.
La maggior parte delle opere d’arte – statue e anfore provenienti della Grecia classica e dall’antica Roma, dipinti di maestri italiani ed europei del XVI secolo, opere di maestri contemporanei, tappeti persiani di grande valore, e molto altro –, sono state rintracciate in Europa e in America, nel mercato antiquario, nelle collezioni private e nelle case d’asta. Tuttavia, molti mobili e accessori sono una testimonianza del Made in Italy: una produzione su misura ispirata da una solida e illustre tradizione artigiana, contraddistinta dalla sobrietà e dalla perfezione formale, dall’eccezionale qualità dei materiali e della realizzazione, che si manifesta nei minimi particolari come nella rifinitura finale.
Il volume, che testimonia l’esito di questa esperienza creativa, è di grande formato che replica la munificenza e la classe messa in campo per questo allestimento, si colloca alla confluenza tra un volume fotografico e un catalogo d’arte, si avvale per quanto riguarda le schede delle opere di importanti firme, tra cui Vittorio Sgarbi, Giancarlo Gentilini, Sandro Bellesi ecc., coordinati da Marina Carmignani.