Nessun prodotto nel carrello

SHOP

LIBRI

Art Shop
Il Grande Museo del Duomo

Ricerca avanzata

prodotti in evidenza

Gli occhi della tigre

Marco dell’Olio, Stefano Sorrentino

12,00 €

Aggiungi al carrello

di Stefano Sorrentino e Marco dell’Olio

brossura cucito
15x21 cm, 144 pp.
immagini a colori

isbn 978-88-7461-326-7 italiano

Gli occhi della tigre racconta la vita e la storia di Stefano Sorrentino. Un uomo che con grande determinazione è riuscito a realizzare il proprio sogno e diventare calciatore di serie A. Lo ha fatto da portiere, come suo padre Roberto, opponendosi ai più grossi attaccanti della nostra epoca: Messi, Higuain, Totti, Del Piero.
Il libro è la narrazione dei tanti ostacoli che ha dovuto superare per arrivare al suo obiettivo: dalla formazione tecnica alla carica agonistica, dalla disciplina al temperamento, con sacrifici e conseguenze sulla vita privata, il libro ripercorre, con aneddoti ed episodi inediti, le tappe della carriera di Stefano.
Una storia appassionante, dalle giovanili nella Juventus alla prima squadra del Torino, dalla Champions League in Grecia alla calda Spagna andalusa, dalle ripetute salvezze ottenute con il Chievo Verona agli anni di Palermo, vissuti da capitano, dagli allenatori licenziati e riassunti al vulcanico presidente Zamparini.
Ma attenzione a non considerarlo solo un libro sul calcio: perché la partita vera, da vincere, è quella di tutti i giorni, reagendo ai drammi della vita e provando a fare al meglio il padre di quattro figlie.
Gli occhi della tigre sono quelli necessari per guardare in modo lucido e onesto alla propria vita e alle scelte in un ambiente impegnativo e in cui è facile confondersi.
Un libro scritto a quattro mani, da un calciatore e da un giornalista, due amici che hanno un medesimo universo di valori e uno stesso rapporto positivo con la vita, anche se il lavoro li porta a vedere e vivere il calcio da due differenti punti di vista. Una storia che arricchisce il lettore trasmettendo una verità semplice: al centro di ogni esperienza vissuta c’è sempre l’essere umano, con le sue tensioni e la sua passione.